EURACTIV PR

An easy way of publishing your relevant EU press releases.

MISSION CANCER - Il ruolo e le opportunità per l'Italia nelle azioni europee per conquistare il cancro

Date

10 Sep 2020

Sections

Health & Consumers
  • Si tiene oggi il primo web-meeting tra rappresentanti delle Istituzioni e del mondo della Ricerca e dell’Innovazione in sanità, ricercatori e cittadini per dialogare sull’iniziativa europea Mission Board for Cancer nell’ambito di Horizon Europe (2021-2027. L’evento era stato programmato “live” a febbraio 2020, ma sospeso a causa del SARS-CoV-2
  • Horizon Europe ha identificato cinque aree (Missioni) mirate alla ricerca e all’innovazione allo scopo di incrementare l’efficacia dei finanziamenti attraverso la definizione di chiari obiettivi da raggiungere nei prossimi sette anni (2021-2027). Ogni area si avvarrà di un Mission Board, composto da 15 esperti provenienti dal campo della ricerca, dell’accademia e della clinica, dell’industria e dell’innovazione, delle associazioni dei pazienti e delle ONG e, infine, delle agenzie internazionali. L’obiettivo audace e stimolante della Mission Board for Cancer, che sta tutto nel suo slogan “Cancer, mission possible”, è quello di salvare 3 milioni di vite entro il 2030.

Milano, 10 settembre 2020 – L’Italia alla ‘conquista del cancro’. È questo l’obiettivo che guida la staffetta di eventi dedicati alla Mission Cancer - Il ruolo e le opportunità per l'Italia nelle azioni europee per conquistare il cancro, riprogrammati in questa seconda parte dell’anno in modalità online a causa dell’esplosione della pandemia di Covid-19.

Coordinato dall’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, si parte oggi alle ore 15.00 con il primo appuntamento inaugurato da Gaetano Manfredi, Ministro dell’Università e della Ricerca. L’incontro rientra tra le iniziative volute dal Mission Board for Cancer – il gruppo di esperti istituito dalla Commissione Europea nel quadro del programma di ricerca e innovazione dell'UE – con un obiettivo comune a tutti gli Stati europei: salvare 3 milioni di vite entro il 2030.

Per fare questo, è necessario sviluppare un processo di capacity building finalizzato a migliorare conoscenza, cultura, coscienza collettiva, condivisione di intenti e collaborazione, con il coinvolgimento di tutte le migliori strutture tecnico-scientifiche e industriali distribuite nel nostro territorio. E proprio questo sarà il focus dell’appuntamento di oggi.

Gli incontri promossi dal Mission Board for Cancer sono occasioni preziose per condividere il nostro attuale bagaglio di conoscenze e mettere a sistema esperienze, capacità e know-how scientifico per presentare un piano di azione che ci consenta di affrontare con nuovi mezzi la lotta contro i tumori” - commenta Marco Votta, Presidente dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. – “Horizon Europe e la Cancer Mission rappresentano per il nostro Istituto opportunità che si possono sviluppare solo se ci si aggrega in grandi gruppi collaborativi”.

Il Mission Board for Cancer è stato nominato nell’ambito delle attività di preparazione del futuro programma Horizon Europe (2021-2027), il programma più ambizioso finora finanziato per la ricerca e l’innovazione, che mira a promuovere l’eccellenza europea negli ambiti scientifici e tecnologici di tutti i Paesi dell'UE.

La Mission è una grande opportunità per il nostro Paese per unire le nostre migliori eccellenze in ricerca e assistenza e fare rete per affrontare la sfida contro il cancro, attivando preziose sinergie e condividendo le diverse competenze in ambito oncologico” - dichiara Walter Ricciardi, Presidente del Mission Board for Cancer della Commissione Europea e professore Ordinario di Igiene generale e applicata all’Università Cattolica - “Al fine di garantire che le strutture scientifiche e assistenziali italiane partecipino al programma in maniera coordinata e che venga promossa con successo nel nostro Paese la diffusione delle azioni previste dalla Missione, e per rendere i cittadini consapevoli dello sforzo e coinvolgerli attivamente, abbiamo organizzato due giornate a settembre aperte a tutti”.

I due appuntamenti nascono dalla collaborazione tra Università Cattolica del Sacro Cuore, due Istituti di Ricovero e Cura a carattere Scientifico di eccellenza in Italia – la Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS – e l’Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea (APRE), con l’obiettivo di mettere a confronto rappresentanti delle Istituzioni, esperti e cittadinanza sui temi oncologici e contribuire a definire la strategia di azione del ‘Sistema Italia’ nella lotta contro il cancro.

“Una partecipazione nazionale, convinta e decisa alle future Missioni è un’opportunità che il Sistema Paese non può disattendere. Quando questo si riferisce a uno sforzo comune europeo sulla questione cancro, ciò diventa imperativo” - commenta Marco Falzetti, Direttore di APRE, Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea. - “APRE, nel suo ruolo istituzionale di promotore della ricerca e dell’innovazione europea, è in prima linea a supporto dell’intera comunità italiana in questo percorso verso il nuovo programma quadro Horizon Europe”. 

Si stima che in Europa il cancro diventerà la prima causa di mortalità nel 2030; il numero di nuovi casi è infatti in aumento, >20% in Europa nel 2035.

L’obiettivo della Mission è ridurre la mortalità per cancro. È evidente che nel periodo di vita di questo progetto bisogna sviluppare delle azioni che colpiscano tutti gli aspetti del cancro: ridurne la frequenza con la prevenzione primaria, aumentarne la curabilità con la diagnosi precoce e le terapie innovative, migliorare tutti gli outcome della qualità di vita per tutti i pazienti e cittadini europei– afferma Giovanni Apolone, Direttore Scientifico dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. – “L’istituto in questo senso può dare un grande contributo perché gli obiettivi della Cancer Mission sono le parole chiave del nostro piano strategico 2017-2020, fortemente voluto e sviluppato nelle quattro linee di ricerca, al fine di curare il cancro in tutti i suoi aspetti”.

Il prossimo web-meeting organizzato nell’ambito delle iniziative del Mission Board for Cancer è previsto per mercoledì 16 settembre alle ore 14.00. Maggiori informazioni e registrazioni QUI

HORIZON EUROPE

La lotta contro il cancro è solo una delle 5 sfide alle quali Horizon Europe ha dedicato delle specifiche ‘Mission’ guidate dalla volontà di risolvere problemi rilevanti per la vita quotidiana delle persone e nell’ottica di avvicinare la società civile alla ricerca europea, mettendone in evidenza l’impatto. Le altre mission sono: città a basso impatto ambientale, nuova gestione degli ecosistemi marini e dell’acqua, riduzione dell’impatto antropogenico sul cambiamento climatico e uso sostenibile delle risorse naturali. Per saperne di più: www.apre.it, www.versohorizoneurope.it

LA FONDAZIONE IRCCS - ISTITUTO NAZIONALE DEI TUMORI (INT)

La Fondazione IRCCS - Istituto Nazionale dei Tumori (INT) è un istituto pubblico di ricovero e cura a carattere scientifico. Fondato nel 1928, l’INT è primo in Italia tra gli IRCCS oncologici ed è centro di riferimento nazionale e internazionale sia per i tumori più frequenti che per quelli più rari e pediatrici. Con 540 persone dedicate e 27 laboratori, è oggi polo di eccellenza per le attività di ricerca pre-clinica, traslazionale e clinica, di assistenza ed epidemiologica. Definito come «Comprehensive Cancer Center», secondo quanto stabilito dall’Organizzazione degli Istituti del Cancro Europei (OECI), l'INT, con 10 brevetti e ben 5 Registri di Patologia Istituzionali, è affiliato a oltre una decina di organizzazioni internazionali per la ricerca e cura del cancro (OECI, UICC, WIN, EORTC) ed è membro nella rete «Cancer Core Europe» formata dai 7 principali European Cancer Center. Nel portfolio INT 2018: 667 studi clinici, 722 articoli pubblicati su riviste scientifiche internazionali, 179 progetti finanziati da enti pubblici e privati. INT è uno dei Centri di riferimento nel panorama assistenziale lombardo e nazionale: nel 2018 sono stati più di 18.000 i pazienti ricoverati e oltre un milione 238 mila le visite ed esami a livello ambulatoriale eseguite. Oltre all’attività di ricerca e clinica, l’Istituto si occupa di formazione, ospitando 180 specializzandi universitari.

PER INFORMAZIONI ALLA STAMPA

Noesis s.r.l. Tel.  02 8310511 - Cell. 392 9625892 - Mail: int@noesis.net

Samanta Iannoni, samanta.iannoni@noesis.net

Valeria Riccobono, valeria.riccobono@noesis.net

 

Holidays

Due to the summer holidays, our staff will be limited between 1 and 15 August. Premium and Standard job ads will still be published, but their social media promotion will be postponed to 16 August, as well as the publication of all Basic job ads.